giovedì,Ottobre 29 2020

Elezioni Reggio Calabria, Berlusconi lancia Minicuci: «È uomo del fare. Il riscatto sarà il Ponte»

Il leader di Forza Italia scende in campo personalmente per sostenere il candidato del centrodestra: "Sarò al suo fianco e porteremo Reggio Calabria in Europa. Scriviamo il futuro insieme"

Elezioni Reggio Calabria, Berlusconi lancia Minicuci: «È uomo del fare. Il riscatto sarà il Ponte»

Una lettera speciale scuote l’ultimo giorno di campagna elettorale prima del turno di ballottaggio. E’ il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi a vergare l’appello a sostenere la candidatura a sindaco di Antonino Minicuci. Per il Cavaliere è necessario “voltare pagina” a Reggio Calabria dopo l’amministrazione targata Giuseppe Falcomatà. Berlusconi fa riferimento al patto con i reggini sottoscritto da Minicuci, che tanto ricorda il suo celebre contratto con gli italiani, come segno dell’affidabilità di Minicuci tecnico e uomo del fare.

L’ex presidente del Consiglio indica poi nel Ponte sullo Stretto la priorità per lo sviluppo dell’area metropolitana ed esalta l’esperienza che Minicuci ha fatto a Genova dove è stato protagonista della ricostruzione del ponte Morandi. La missiva di Berlusconi, infine, mira a sgombrare il campo dai dubbi che da più parti sono state avanzate sul reale impegno di FI in questa campagna elettorale dopo le divisioni iniziali sul nome del candidato sindaco indicato da Matteo Salvini.

Caro Nino, cari amici di Reggio Calabria
con il voto di domenica e lunedì Reggio può conoscere un vero cambiamento. E’ un’occasione irripetibile per portare anche nella Vostra città il modello di buon governo del centrodestra che pochi mesi fa ha vinto in Calabria portando Jole Santelli alla guida della regione. Reggio Calabria merita di voltare pagina. E’ una città bellissima da troppo tempo trascurata e carica di problemi irrisolti. Antonino Minicuci ha le idee, la competenza, la preparazione per dare le risposte che i reggini aspettano. Lo abbiamo scelto perché ama appassionatamente la sua terra e perché ha dedicato la vita alla macchina pubblica. Ha svolto ruoli di vertice in diverse realtà amministrative e ogni volta ha dimostrato di saper realizzare risultati concreti di alto livello. Il più recente è la ricostruzione del ponte Morandi a Genova di cui è stato uno dei protagonisti come segretario generale del
Comune.

Minicuci ha preso a Reggio degli impegni chiari e concreti, dieci impegni ben individuati e soprattutto verificabili che si è impegnato a realizzare nei primi 180 giorni della su amministrazione. Questo approccio convince, è simile al nostro, conferma che è un uomo del fare. Un uomo al quale i cittadini di Reggio possono affidare con fiducia il loro futuro, quello dei loro figli, delle loro famiglie. Noi di Forza Italia saremo al suo fianco, la Regione sarà al suo fianco, io personalmente gli sarà vicino per far sentire la voce di Reggio in Italia e in Europa. Reggio, come tante altre città del Sud, merita un riscatto dopo decenni di cattive amministrazioni. Il simbolo di questo riscatto è il Ponte sullo Stretto, quel Ponte che il mio governo aveva progettato e finanziato, con intervento anche dell’Europa e che la sinistra ha bloccato disperdendo i risultati di anni di lavoro.

Io ho avuto l’onore di guidare i governi che hanno investito di più, per il mezzogiorno d’Italia, nella storia della repubblica. Dunque credo davvero nel Sud, credo in persone come Antonino Minicuci che possono farlo davvero ripartire, che possono scrivere una storia nuova, fatta di sviluppo, di lavoro, di sicurezza, di strade pulite, di manutenzione delle città.

Domenica e lunedì si scrive a Reggio una pagina di storia. Il
ballottaggio è una nuova elezione decisiva, Possiamo vincerla
e sono certo che la vinceremo.
Forza Reggio, Forza Antonino, Forza Italia!