giovedì,Aprile 15 2021

Vaccino, casi di trombosi con AstraZeneca? L’immunologo: «Io sono tranquillo»

Il dottor Mantovani dell'Humanitas spiega a cosa potrebbero essere dovuti i casi di trombosi verificatisi dopo il vaccino anti Covid

Vaccino, casi di trombosi con AstraZeneca? L’immunologo: «Io sono tranquillo»

Si torna a discutere delle ipotesi delle trombosi conseguenti alla vaccinazione con AstraZeneca. «I casi gravi di trombosi osservati in relazione al vaccino potrebbero essere forse causati, secondo una recente pubblicazione, dalla formazione di autoanticorpi, come succede, in rarissimi casi, durante trattamenti con eparina». Come riportate da FanPAge, sono le parole di Alberto Mantovani, immunologo dell’Humanitas di Milano, in sintesi si tratterebbe di «una condizione definita Vipt (Vaccine induced prothrombotic immune thrombocytopenia). Se confermata, l’osservazione potrebbe guidare la diagnosi e la terapia di questi, pur molto rari, eventi avversi.

Intanto l’analisi condotta da Ema sul vaccino Oxford AstraZeneca ha dato rassicurazioni sul fatto che non causi un aumento della frequenza di tromboembolia». Dunque si attendono aspettiamo ulteriori analisi.

«In Gran Bretagna – prosegue l’immunologo – non si è osservato un eccesso di eventi tromboembolici nei 20 milioni di persone vaccinate con Oxford AstraZeneca rispetto ai vaccinati con BioNTech Pfizer e rispetto a quanto normalmente atteso. In Humanitas abbiamo vaccinato oltre 22 mila persone senza problemi inattesi. Aspettiamo altri dati, ma tre giovani donne della mia famiglia si sono vaccinate con Oxford AstraZeneca e io sono tranquillo».

top