lunedì,Giugno 24 2024

Serie D, game over per Reggio Calabria: il Siracusa rimonta e spegne i sogni amaranto

Avanti con Mungo, poi espulso, la formazione dello Stretto cala alla distanza e viene punita nel finale

Serie D, game over per Reggio Calabria: il Siracusa rimonta e spegne i sogni amaranto

Nulla da fare per la Lfa. Gli amaranto escono sconfitti dalla finale play off di Siracusa dicendo addio alle (poche) speranze di ripescaggio tra i professionisti. Pronti via e dopo 25 secondi è Provazza a mancare l’appuntamento con il pallone per battere a rete da buona posizione. Al 5’ episodio dubbio nell’area di rigore del Siracusa: sugli sviluppi di una punizione Girasole mette giù il pallone e calcia a rete, ma la rete viene annullata dal direttore di gara tra le proteste amaranto. Il primo squillo degli aretusei arriva su un insidioso calcio piazzato di Russotto dalla distanza che costringe Martinez alla deviazione in corner. E’ solo un fuoco di paglia perché al 22’ Reggio Calabria passa meritatamente in vantaggio: Barillà serve Provazza che serve Mungo al limite dell’area, il quale ha il tempo di aggiustarsi il pallone prima di battere Lumia con un preciso destro. Il Siracusa prova a scuotersi e alla mezz’ora è Alma ad impegnare ancora Martinez al salvataggio in calcio d’angolo. Ci prova anche Maggio, ma il colpo di testa del terminale offensivo di casa è centrale e non crea problemi al portiere amaranto. Sono solo le prove del gol che arriva al 40’ e porta la firma del capocannoniere siculo, il quale insacca in tap-in il suo 19esimo gol stagionale. Prima dell’intervallo gli animi si scaldano con un’espulsione per parte comminata da Caruso che sventola il cartellino rosso in faccia a Mungo ed Esposito, risolvendo così un accenno di rissa che stava per accendersi trea i due.

Nella ripresa, con le due formazioni in dieci contro dieci, non succede praticamente nulla fino al quarto d’ora, quando Lumia è costretto agli straordinari per alzare sopra la traversa un colpo di testa di Girasole da buona posizione. Al 70’ amaranto vicinissimi al vantaggio: lungo lancio di Girasole per Provazza, la difesa di casa non interviene, il pallone poi finisce sui piedi di Perri che da pochi metri calcia di punta verso Lumia sprecando una ghiotta occasione. E quando ormai i tempi supplementari sembravano materializzarsi, a 2 minuti dalla fine arriva la doccia fredda con Sarao che si invola verso l’area di rigore mettendo alle spalle di Martinez il gol che lascia aperta la porta della speranza per il Siracusa in chiave ripescaggio.

Il tabellino

Siracusa-Lfa Reggio Calabria 2-1

SIRACUSA (4-3-3): Lumia; Di Paola, Benassi, Suhs, Sena; Esposito, Aliperta, Zampa; Alma, Maggio, Russotto. A disposizione: Lamberti, Teijo, Arcidiacono, Vacca, Gozzo, Markic, Lo Faso, Forchigione, Sarao All. Spinelli

REGGIO CALABRIA (4-3-3): Martinez, Martiner, Girasole, Adejo, Cham; Mungo, Barillà, Porcino; Provazza; Rosseti, Perri. A disposizione: Velcea, Kremenovic, Rana, Zanchi, Belpanno, Salandria, Zucco, Renelus, Bolzicco. All. Trocini

Arbitro: Gerardo Simone Caruso di Viterbo. Assistenti: Matteo Franzoni di Lovere e Simone Piomboni di Città di Castello

Marcatori: 22’pt Mungo (R), 40’pt Maggio (S), 43’st Sarao (S)

Note: espulsi: Mungo (R), Esposito (S)

top