martedì,Settembre 28 2021

Bagnara: donna lancia feci e urina, intervengono i carabinieri

Nonostante le ripetute denunce dei vicini e l'intervento de "Le Iene", la famigerata signora continua con le sue angherie

Bagnara: donna lancia feci e urina, intervengono i carabinieri

Bagnara: donna lancia feci e urina, intervengono i carabinieri. Continua l’incubo per gli abitanti di un quartiere di Bagnara. Proseguono i lanci di feci, immondizia e gli insulti tra i più disparati. Nonostante la presenza de “Le Iene”, la famigerata signora Caterina ha colpito ancora e questa volta sono dovuti intervenire i militari dell’Arma e una guardia medica. La storia era stata denuncia dai vicini di casa della donna che, disperati, si erano rivolti alla trasmissione “Le Iene”. Proprio i vicini di casa a raccontare che la signora ce l’ha col mondo intero. E della situazione ne è stato testimone lo stesso inviato delle Iene, Giulio Golia, che si è trovato faccia a faccia con l’irrequieta signora. A farne le spese come sempre la telecamera oggetto di tante “sberle”.

La signora, come mostrano numerosi video che gli increduli vicini hanno imparato a fare per testimoniare le nefandezze, è una vera campionessa nel lancio di secchi di urina, disciplina nella quale si distingue particolarmente: le secchiate arrivano nei cortili, sulle terrazze e persino davanti all’uscio delle abitazioni. E dei lanci che si susseguono di giorno e di notte, indistintamente, anche agli orari più disparati: fanno parte anche topi e gatti morti, feci di animali da cortile, bucce di banana, ossa di pollo. La signora non pratica la raccolta differenziata: butta tutto per strada dove capita, anche le bottiglie, possibilmente nella proprietà di qualche vicino.

Ma non basta, dove non arriva l’urina, Caterina supplisce con gli sputi: obiettivi preferiti naturalmente le auto dei vicini. Una situazione che va avanti ormai da otto anni. E se ciò non bastasse qualche tempo fa la donna ha appiccato il fuoco ad un palazzo, per fortuna con conseguenze non gravi. La cosa che più inquieta è che la donna, di professione, è un’insegnate di sostegno. Secondo i vicini sembra soffrire di uno sdoppiamento della personalità. Giulio Golia è andato a parlare col sindaco di Bagnara, Gregorio Frosina, che lo ha accolto insieme alla giunta comunale. Il primo cittadino ha raccontato che i vigili hanno fatto le opportune verifiche, deducendone che la signora non ha nessun problema, è un’impiegata pubblica, sottolineando che in ogni momento è possibile fare una denuncia all’autorità competente. La giunta comunale invece ha assicurato che sarà fatta una riunione con gli organi competenti per valutare la situazione.

Articoli correlati

top