lunedì,Giugno 24 2024

San Luca, la mattanza di Duisburg diventa un fumetto

Protagonisti due figli di boss bambini all’epoca dell’episodio del lancio delle uova che sfociò nella strage di carnevale innescando la sanguinosa faida

San Luca, la mattanza di Duisburg diventa un fumetto

di Vincenzo Imperitura– Una storia liberamente ispirata alla mattanza iniziata a San Luca ed esplosa a Duisburg, e che si allontana dagli stereotipi del racconto classico di mafia, portando il lettore su un piano diverso. Così nasce il fumetto sceneggiato da Tommaso Renzoni e illustrato da Raffaele SorrentinoFehida – Minimum Fax, 190 pagine – è un viaggio nell’impossibilità di essere liberi di fronte al destino di nascere nella famiglia sbagliata.

C’è il paesino in provincia di Reggio (l’inesistente San Michele), ci sono le famiglie rivali in lotta tra loro (nella finzione del romanzo, i Mancuso e i Romeo), ci sono carrettate di morti ammazzati (fittizi e reali) in una guerra pluridecennale, c’è un finale tragico in Germania: la faida di San Luca è diventato un romanzo fumetti.

Un piano che mostra la violenza nel suo aspetto più animalesco e che sottolinea la quasi interscambiabilità dei protagonisti (anche graficamente) pedine dei “vecchi” capi che chiusi nella loro caverna come le tre Parche, ne decidono la vita e la morte compilando la schedina del totocalcio. La storia segue le vite parallele di Luca Francesco, poco più che bambini all’epoca del lancio di uova che si risolse nella strage di carnevale. Vivono entrambi a San Michele Arcangelo, giocano ai video games, hanno le prime cotte: entrambi sono figli di boss, per entrambi, favorevoli o meno, il destino è segnato.

Articoli correlati

top