venerdì,Giugno 14 2024

Reggio, slittato a domani l’arrivo da Lampedusa di 491 migranti

L'associazione Protezione Civile San Giorgio già in attività per predisporre la palestra della scuola media Boccioni di Gallico per la permanenza di qualche giorno di oltre 300 migranti

Reggio, slittato a domani l’arrivo da Lampedusa di 491 migranti

Era previsto nel pomeriggio di oggi e invece ha subito un rinvio a domattina, l’arrivo al porto di Reggio Calabria della nave militare Vega con a bordo 491 migranti, provenienti da Lampedusa e da foto identificare.

La nave dovrebbe entrare in porto alle ore 7 di domattina con a bordo 363 uomini, 104 donne, 24 bambini. La macchina dell’accoglienza era già stata attivata sabato dalla prefettura di Reggio Calabria.

La predisposizione della palestra della scuola

L’associazione Protezione Civile San Giorgio di Reggio Calabria ha già predisposto la palestra della scuola media Boccioni di Gallico, periferia Sud della città. Alle circa 210 brandine all’interno della palestra, sono stati aggiunti altri posti dentro i moduli abitativi in allestimento nello spazio esterno. Già sei erano montati e ne sono stati montati altri undici.

Arrivando in mattinata, i migranti che si prevede si fermino a dormire a Reggio Calabria dovrebbero essere circa 300. Già in giornata si prevede il trasferimento di quasi duecento migranti.

Le destinazioni

Il Viminale ha già individuato le destinazioni dei migranti in arrivo al porto di Reggio. Sono Emilia Romagna, Calabria, Cara Crotone, Campania e Lombardia.

La prima accoglienza

Il porto continua a non essere attrezzato. Dunque l’attività di foto identificazione della questura avrà luogo presso la scuola. Una struttura riadattata, in assenza di una appositamente destinata e adeguata che non è stata ancora individuata. Le condizioni di accoglienza e permanenza, rispetto al passato, sono comunque migliorate.

Con le forze dell’ordine e la protezione civile San Giorgio, saranno come di consueto impegnati la croce rossa, assistenti sociali in caso di presenza di minori non accompagnati, mediatori e operatori delle ong. Personale dell’Usmf e dell’Usca sarà eventualmente impegnato, ove necessario, per visite sanitaria e trattamento antiscabbia.

Pronto anche il coordinamento diocesano sbarchi che ha già acquistato merendine e succhi da poter dare alle persone soccorse in mare, appena sbarcare al porto.

Il quarto arrivo da Lampedusa nel 2023

Si tratta del quarto arrivo da Lampedusa, funzionale al piano riparto del Viminale, che si registra al porto reggino in questo 2023. Con le 500 persone in arrivo lunedì, il numero dei migranti passati dalla città dello Stretto per essere fotosegnalati e trasferiti quest’anno supererà quota 2000. Dopo una breve permanenza, anche loro saranno trasferiti. Quattro sbarchi che si aggiungono agli altri due, di poco più di 700 migranti soccorsi in mare e che hanno toccato la terraferma a Reggio Calabria, sempre in questo 2023.

Articoli correlati

top