giovedì,Febbraio 29 2024

Intimidazione al sindaco di Villa San Giovanni, due persone riprese dalle telecamere

Sequestrati dai carabinieri i filmati registrati dalla videosorveglianza di via Umberto I e delle strade vicine

Intimidazione al sindaco di Villa San Giovanni, due persone riprese dalle telecamere

Chi ha appiccato il fuoco all’ingresso dello studio legale della sindaca di Villa San Giovanni Giusy Caminiti è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. È quanto si è appreso in merito all’indagine, coordinata dalla Procura di Reggio Calabria, sull’intimidazione consumata sabato sera ai danni della porta d’ingresso dello studio professionale dell’amministratrice locale. Dai filmati che in queste ore i carabinieri stanno visionando, infatti, si vede un’auto di colore chiaro, con a bordo almeno due persone, avvicinarsi al portone dello studio legale.

Abbiamo incontrato il sindaco Caminiti, che ci spiegato che non frequenta più assiduamente quello studio da almeno due anni, evidenziando anche che le persone che hanno compiuto quel gesto, lo hanno fatto intorno alle 21.30, un orario in cui comunque quella strada è ancora molto trafficata, incuranti di essere visti. Il primo cittadino ha ricevuto in queste ore, rassicurazioni da parte del prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani, il quale le ha assicurato che saranno intensificate le attività di controllo sul territorio. Anche il ministro Piantedosi ha interloquito col sindaco, dimostrando la sua vicinanza all’intera comunità villese.

Dalle immagini riprese dalle telecamere, si vede che dal lato passeggero è sceso un uomo con il volto parzialmente coperto e in mano una sorta di secchio giallo simile a quello utilizzato dai muratori. Lo stesso si è poi abbassato davanti all’ingresso dello stabile per posizionare la benzina e ha appiccato il fuoco. Le telecamere di videosorveglianza hanno registrato la fiammata e la fuga dei due soggetti a bordo della stessa auto. I carabinieri hanno sequestrato non solo le telecamere di via Umberto I ma anche quelle delle strade vicine nel tentativo di individuare la targa del mezzo o elementi utili a identificare i due soggetti. Il principio di incendio, fortunatamente, non ha provocato molti danni perché segnalato quasi nell’immediatezza da un passante che si trovava nella zona con il proprio cane.

top