sabato,Luglio 13 2024

Ha un malore ma il defibrillatore non funziona e l’ambulanza arriva dopo quasi un’ora: operaio muore in strada a Pazzano

Polemiche per i ritardi nei soccorsi. «Qui solo promesse, ci sentiamo abbandonati». I funerali a carico del Comune

Ha un malore ma il defibrillatore non funziona e l’ambulanza arriva dopo quasi un’ora: operaio muore in strada a Pazzano

Dramma a Pazzano, piccolo centro della vallata dello Stilaro, nella Locride. Un operaio 52enne di origini bielorusse ma da oltre 20 anni residente in Calabria è morto nel tardo pomeriggio di ieri a causa di un malore improvviso che lo ha colto mentre si trovava al bar con degli amici. Il defibrillatore in uso al locale comando dei vigili urbani non funzionava, così i carabinieri hanno deciso di chiamare un’ambulanza, giunta però sul posto dopo quasi un’ora.

Gli operatori sanitari hanno attuato le manovre di rianimazione cardiopolmonare, ma nonostante i tentativi di salvare l’uomo non è stato possibile far altro che constatarne il decesso. Andrej, questo il nome della vittima, era conosciuto e ben voluto da tutti. La sua morte ha scosso l’intera comunità. “Non si può morire per strada aspettando un’ambulanza” denunciano i cittadini ancora sotto choc per l’accaduto. “Da tempo ci hanno promesso di dotare il comprensorio di una postazione di pronto soccorso nello Stilaro – raccontano testimoni – ma ancora nulla è stato fatto”.

“Qui non ci sono medici di base – spiega un commerciante – e la guardia medica funziona a singhiozzo. Ci sentiamo abbandonati”. Profondo cordoglio per quanto accaduto è stato espresso anche dall’amministrazione comunale che, a quanto si apprende, si farà carico dei funerali.

Articoli correlati

top