domenica,Aprile 21 2024

Occhiuto attacca i sindaci ff di Reggio: «Con loro è come dare perle ai porci» – VIDEO

Nel trasporto dell’intervento il presidente della giunta regionale scivola su una frase quantomeno inopportuna

Occhiuto attacca i sindaci ff di Reggio: «Con loro è come dare perle ai porci» – VIDEO

Stava andando tutto bene. L’iniziativa organizzata da Francesco Cannizzaro per ringraziare gli elettori a piazza Duomo ha richiamato anche un buon numero di persone.

Il palco, sistemato nel mezzo dell’agorà reggina, doveva sostenere il peso di consiglieri comunali, consiglieri regionali e del presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto.

Il coordinatore regionale Giuseppe Mangialavori, anch’egli tra gli ospiti della serata, alla fine ha dato forfait. Per impegni capitolini. C’è anche Giovanni Arruzzolo, che oltre ad essere onorevole a Palazzo Campanella lo è appena diventato anche di Montecitorio. Per lui l’abbraccio finale di Francesco Cannizzaro, che poi è il protagonista indiscusso della serata. Insieme ad Occhiuto. Entrambi parleranno poco più di mezz’ora a testa.

Parole istituzionalmente al miele tra i due amici parlamentari. Francesco ringrazia ed elogia Roberto, lo stesso fa il presidente della giunta. Che durante il suo intervento, poi, si è preso letteralmente la scena. La dichiarazione d’amore alla città, le risorse assegnate al territorio metropolitano, lo sblocco dei cantieri storici dell’ospedale della piana e di quello di Locri rientrano nella carrellata di attenzioni che il presidente ha rivolto alla provincia reggina, promossa a motore dell’economia calabrese.

Ma poi ancora gli interventi sulla viabilità, la Casa della salute di Scilla, i contatti con Amazon e Philip Morris, a testimonianza del peso esercitato da Gioia Tauro.

Insomma il presidente ha voluto stringere un patto di fiducia con la città arrivando a chiedere, ma non è la prima volta, di essere insignito della cittadinanza, se alla fine del suo mandato sarà riuscito a mantenere tutti gli impegni.

Ma la mossa di Occhiuto è forse un rischio calcolato. A sorpresa il presidente svela che lunedì sarà presentata tutta una serie di interventi sugli Aeroporti calabresi con la massima attenzione sul Tito Minniti. Creando anche molta attesa nei cittadini.

Ma va riconosciuto al presidente il “coraggio”, parola che ricorre spesso nel suo intervento, di assumere impegni importanti davanti ad una piazza importante come quella reggina.

“Lo scivolone”

Tuttavia nel trasporto dell’intervento Occhiuto scivola su una frase quantomeno inopportuna. «A volte mi sento come quello che deve pulire una grande stanza.

La ripulisce tutto il giorno e c’è sempre quello che ti dice “eh ma lì c’è ancora sporco”. Eh ca..o aspetta, no?». Il tono è confidenziale, alla fine ci scappa qualche risata.

Il presidente continua dicendo che continuerà a lavorare come sta facendo e che lo farà anche per Reggio perché utile a tutta la Calabria.

Sottolinea i contatti con Amazon e Philip Morris per Gioia Tauro, ancora una volta per evidenziarne il valore, e aggiunge: «Io lo faccio, ma è faticoso farlo quando quasi ogni giorno sono costretto a leggere sulla stampa di attacchi da parte dei sindaci facenti funzione, e mi dico a volte, ma chi me la fa fare di dire ad Amazon e Philips Morris Reggio se questi qua, cioè è come se dessi le perle ai porci, se guardo al sindaco di Reggio o al facente funzioni…».

Sul palco e in piazza applausi. Alcuni però rimangono perplessi. Altri fanno finta di niente.

Articoli correlati

top