venerdì,Maggio 24 2024

Soleri pugnala la Reggina: amaranto ko a Palermo fra tante polemiche

La squadra di Inzaghi, nonostante le assenze, gioca una buona partita al Barbera, ma cade a otto minuti dalla fine. Tanti dubbi, però, sull'arbitraggio

Soleri pugnala la Reggina: amaranto ko a Palermo fra tante polemiche

La Reggina torna senza punti da Palermo. Amaranto sconfitti al Barbera, con un secondo tempo in cui succede di tutto: vantaggio rosanero con il rigore di Brunori, poi l’autogol di Marconi e infine il 2-1 firmato Soleri. In mezzo tante polemiche, per tante decisioni discutibili da parte dell’arbitro Minelli. Inzaghi resta a -1 dal Genoa, sconfitto a Parma.

Le scelte

Cionek, Liotti e Rivas: Inzaghi scioglie i dubbi della vigilia a favore della vecchia guardia. Solito modulo per gli amaranto, con Majer che torna titolare dopo la squalifica. Nel Palermo out Verre e Tutino, recupera in extremis Segre, coppia d’attacco Brunori-Di Mariano.

Primo tempo

In un Barbera colmo di passione, con 26mila spettatori ma senza nessuno di fede amaranto, l’avvio di partita è equilibrato. Majer si guadagna un cartellino giallo dopo quattro minuti, rischiando poco dopo il quarto d’ora di salutare anticipatamente la contesa. Brutta uscita della Reggina, l’ex Lecce stende Saric lanciato verso l’area, Minelli lo grazia. Dal piazzato Valente sfiora soltanto l’incrocio dei pali. La risposta di Ménez e soci arriva poco dopo: il francese insiste centralmente, Majer smista per Canotto che calcia forte, trovando la deviazione decisiva di Damiani, non vista però dall’arbitro.

Sul prato del Barbera c’è grande intensità e una Reggina che fa la partita. Gli uomini di Inzaghi tengono benissimo il campo, cercando di costruire chance per andare a calciare verso la porta di Pigliacelli. Di occasioni vere, però, non se ne vedranno altre: senza recupero, il primo tempo va in archivio sul parziale di 0-0.

Secondo tempo

Corini inserisce Verre per Segre. La partita cambia dopo 13 secondi di secondo tempo. Pronti via, Brunori scherza Gagliolo in area Reggina, il difensore sgambetta col tacco il bomber dei rosanero. Minelli non ha dubbi e fischia penalty, Brunori dal dischetto è perfetto e spiazza Contini: 1-0. Il vantaggio gasa il Palermo e il Barbera: la Reggina fatica a reagire, colpita a freddo dalla massima punizione siglata dal capitano dei siciliani.

Inzaghi corre ai ripari: entrano Cicerelli e Strelec, all’esordio con la squadra dello Stretto. Vanno fuori Ménez e Canotto, tatticamente non cambia nulla. Gli amaranto ci provano anche con il tiro da fuori di Liotti, scarico, al minuto 66. Due minuti dopogiallo in area palermitana: angolo battuto dalla sinistra, Gagliolo va per terra dopo un contatto con Marconi. Per Minelli è tutto regolare. Nonostante il replay alimenti i dubbi, il fischietto di Varese non va neanche a rivederlo al Var. Passano altri 180 secondi e il Palermo cestina il raddoppio: ripartenza rosanero, Brunori apparecchia per Di Mariano che manda in curva una chance comodissima. Gol sbagliato, gol subito: minuto 76, Rivas ricicla un pallone sulla destra, crossa forte e radente a terra. Una serie di deviazioni dopo, il pallone si riscopre in fondo alla rete: è 1-1, ultimo tocco di Marconi.

Corini inserisce Tutino: la presentazione alla partita dell’ex Parma è un destro a giro che sfiora il palo, a Contini probabilmente battuto. Le emozioni non finiscono: dentro anche Soleri nel Palermo. I padroni di casa monetizzano subito i cambi: 81 sul cronometro, Mateju crossa, l’ex Padova stacca e infila il colpo di testa all’incrocio dei pali. Contini è battuto, rete sublime di Soleri, è 2-1 Palermo.

Il finale è nefasto per gli amaranto. Minuto 90, Majer si guadagna il secondo cartellino giallo per uno sgambetto su Verre: decisione discutibile. Nell’espellere l’ex Lecce, il Var richiama Minelli. Oggetto di attenzione un contatto fra Gagliolo e Soleri in area Reggina. L’on-field-review consegna il rigore al Palermo e il giallo all’ex Parma. Tutino, però, si fa ipnotizzare da Contini, che tiene viva la squadra dello Stretto. La speranza durerà poco: al 100esimo Minelli fischia tre volte, il Palermo vince 2-1.

SERIE BKT, 21ª GIORNATA

PALERMO-REGGINA 2-1

Marcatori: 47′ Brunori (P), 76′ aut. Marconi (R), 82′ Soleri (P).

Palermo (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi, Sala; Saric, Damiani (63′ Broh), Segre (46′ Verre); Valente (84′ Jensen), Brunori (77′ Soleri), Di Mariano (77′ Tutino). In panchina: Grotta, Massolo, Orihuela, Buttaro, Aurelio. Allenatore: Eugenio Corini. 

Reggina (4-3-3): Contini; Pierozzi (86′ Bouah), Cionek, Gagliolo, Di Chiara; Majer, Crisetig, Liotti; Canotto (60′ Cicerelli), Ménez (60′ Strelec), Rivas (83′ Gori). In panchina: Colombi, Aglietti, Loiacono, Terranova, Bondo, Lombardi. Allenatore: Filippo Inzaghi. 

Arbitro: Daniele Minelli di Varese. Assistenti: Marco Scatragli di Arezzo e Marco Trinchieri di Milano. IV ufficiale: Kevin Bonacina di Bergamo. VAR: Daniele Doveri di Roma 1. A-VAR: Giovanni Baccini di Conegliano. 

Note – Al 92′ Contini (R) para un rigore a Tutino (P). Ammoniti: Majer (R), Verre (P), Di Chiara (R), Bouah (R), Gaglolo (R), Sala (P). Espulso: al 90 Majer (R) per doppia ammonizione. Calci d’angolo: 3-8. Recupero: 6’st.

top