sabato,Febbraio 4 2023

Viola Basket, la sconfitta contro Desio certifica due lacune del roster

Contro i lombardi i neroarancio se la sono giocata fino alla sirena, ma è evidente che la squadra ffidata a Bolignano manchi di due pedine

Viola Basket, la sconfitta contro Desio certifica due lacune del roster

La Viola si lecca le ferite. I neroarancio di coach Bolignano sono reduci dall’ennesima sconfitta stagionale, subita in casa contro Desio. Un ko bruciante, il quinto stagionale, arrivato al fotofinish di una partita tiratissima fino alla sirena.

Coach Bolignano aveva indicato proprio come quella contro l’Aurora la sfida in cui la condizione fisica avrebbe raggiunto un livello adeguato, dopo la partenza del ritiro ritardata. In parte l’allenatore neroaracio ha avuto ragione: la Viola, a differenza delle precedenti gare perse, se l’è giocata fino in fondo, salvo arrendersi di fronte a un roster evidentemente più completo.

Due lacune

Il match di domenica, infatti, ha visto emergere prepotentemente le due la lacune del roster a disposizione di Domenico Bolignano. Manca qualcuno che possa rifiatare i due lunghi: quando Renzi e Spizzichini vengono richiamati in panchina per recuperare, la Viola perde gran parte del suo potenziale offensivo. In più, nonostante segnali incoraggianti da Giambattista Davis, è evidente che manchi un’ala piccola di spessore, un numero tre di categoria.

Due vuoti che hanno fatto sì che anche Desio si imponesse al PalaCalafiore e che potrebbero, se non colmate, continuare a essere un problema enorme per Reggio.

Articoli correlati

top