lunedì,Luglio 15 2024

Reggio, ancora nella fase burocratica il recupero dell’ex Italcitrus – FOTO

Campeggiano da decenni a Catona gli scheletri arrugginiti del capannone e degli uffici. Una struttura fatiscente ed esposta alle intemperie che da tempo degrada l’intera area circostante

Reggio, ancora nella fase burocratica il recupero dell’ex Italcitrus – FOTO

Approvato lo schema di lettera di invito – disciplinare di gara e allegati relativi alla procedura d’appalto. Oggetto della gara sono la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di recupero dell’ex sito dell’industria agrumaria Italcitrus. L’ex sito produttivo è ricadente a Catona, quartiere costiero a Nord di Reggio Calabria.

Verso l’avvio della bonifica

L’intervento di bonifica e recupero a verde del sito industriale dismesso è ancora nella fase burocratica, propedeutica all’avvio dei lavori. Ancora, dunque, campeggiano ciò che resta del capannone e degli uffici, in preda alla ruggine e all’abbandono. Una struttura fatiscente ed esposta alle intemperie che da decenni degrada l’intera area circostante. L’intervento di recupero è finanziato con 1 milione e mezzo di euro di fondi del Pon Metro, rimodulato con il programma React Eu.

Recente è la determinazione del settore per l’approvazione della lettera di invito – disciplinare di gara per l’affidamento dovrà avvenire mediante richiesta d’offerta ad inviti sul Mepa. I bandi di riferimento riguardano la realizzazione di Lavori Pubblici – Demolizione di opere – Verde e arredo urbano e Servizi professionali – progettazione, verifica della progettazione, coordinamento della sicurezza e direzione dei lavori per opere di ingegneria civile e industriale. Invitati a partecipare dieci operatori qualificati e accreditati.

I rifiuti da rimuovere

Prosegue così l’iter per il recupero dell’area sulla quale ancora insistono rifiuti da rimuovere. In sede di conferenza dei servizi decisoria nei mesi scorsi, il dipartimento prevenzione Asp reggina aveva risposto di non dovere fornire parere alcuno vista l’impossibilità di installare servizi igienici mobili nella realizzanda area verde. Aveva, tuttavia, evidenziato l’obbligo di smaltimento secondo normative delle coperture di cemento-amianto ancora presenti.

L’approvazione del progetto definitivo ha poi fatto seguito alla chiusura della conferenza dei servizi decisoria. I pareri, seppure con qualche prescrizione, sono stati tutti favorevoli.

Articoli correlati

top