martedì,Febbraio 27 2024

Giovanni Allevi oggi lotta contro un mieloma: un anno fa a Reggio per il video “Kiss me again”

Il pianista di fama internazionale ha iniziato il ciclo di cure e ha dedicato un pensiero al suo pubblico su Instagram

Giovanni Allevi oggi lotta contro un mieloma: un anno fa a Reggio per il video “Kiss me again”

«Con il cuore traboccante di gratitudine vi ringrazio immensamente per l’Amore che mi state donando! Immagino i vostri pensieri di incoraggiamento e vicinanza avvolgere il mio corpo, e dare un sollievo a questo dolore a tratti insopportabile. È iniziata la battaglia che mi ha portato nel nucleo più profondo della fragilità umana. Con voi la vincerò! Vi amo». Con queste parole, che riusciamo ad immaginare pronunciate con consuete gioiosità e spontaneità, il maestro Giovanni Allevi, su Instagram, resta accanto al suo pubblico, testimoniando la sua passione per la vita e per la musica, talento di cui fa generosamente dono al mondo. Testimonia anche adesso che per lui è iniziato il tempo durissimo della lotta contro un mieloma che gli è stato diagnosticato alcune settimane fa. Il pianista e compositore di fama internazionale, capace di trasmettere emozioni con le sue note ed energia incontenibile con la sua gestualità e contagiosa voglia di vivere, non si arrende ma «indietreggia solo per prendere la rincorsa».

Proprio un anno fa a Reggio Calabria, con qualche scena anche a Scilla, ha girato il video della sua composizione “Kiss me again” pubblicato il primo luglio 2021. Proprio al tramonto sul lungomare della città dello Stretto, ha eseguito il suo brano, legando per sempre quella sua composizione alla nostra città. Un momento davvero emozionante in uno scenario che lo stesso maestro ha definito straordinario e unico.

Emozioni indimenticabili che ne attendono altre, al di là di questa che tra le battaglie è anche per Giovanni Allevi la più difficile. Ci sarà ancora tempo per la sua vitalità e la sua musica, per la danza dei suoi ricci ribelli al ritmo delle sue note, per altri pentagrammi da vergare con le sue composizioni e da eseguire elevando le mani al cielo e poi riportando le sue dita leggiadre sui tasti, in un’alchimia che unisce profondamente cielo e terra.

top