giovedì,Giugno 13 2024

Governo, la partita dei sottosegretari: la reggina Tripodi può spuntarla su Mangialavori

Secondo indiscrezioni il “caso Calabria” si sarebbe risolto con l’indicazione della parlamentare uscente, non eletta alle ultime elezioni politiche

Governo, la partita dei sottosegretari: la reggina Tripodi può spuntarla su Mangialavori

Sembrano sciolti gli ultimi nodi in casa Forza Italia sui sottosegretari per il governo di Giorgia Meloni. E secondo questa anticipazione dell’AdnKronos, rappresentano una cattiva notizia per gli azzurri calabresi che fino all’ultimo avevano spinto per l’indicazione del coordinatore regionale vibonese Giuseppe Mangialavori, eletto alla Camera dopo aver trascorso la sua prima legislatura a Palazzo Madama, ma una buona notizia per i forzisti del Reggino, visto che a prendere il suo posto nella lista potrebbe essere Maria Tripodi.  

Secondo quanto racconta l’agenzia di stampa Silvio Berlusconi avrebbe spuntato 8 caselle, compresi due viceministri (Francesco Paolo Sisto favorito per la Giustizia e Valentino Valentini, forse al nuovo Mise). Ma come anticipato, sarebbe rimasto fuori Giuseppe Mangialavori. Così sarebbe dunque stato risolto il “caso Calabria”: con la conseguente indicazione di una donna al suo posto. Il suo nome sarebbe stato “coperto” per non farlo bruciare, ma al posto di Mangialavori, raccontano fonti azzurre, potrebbe essere inserita la reggina Maria Tripodi.

Dentro anche un’altra donna, l’attuale coordinatrice regionale di Forza Italia in Friuli Venezia Giulia, Sandra Savino. Fuori della partita è Ugo Cappellacci, che con un post su facebook ha spiegato le ragioni del passo indietro. Secondo gli ultimi boatos, sarebbero in forte discesa le quotazioni di Paolo Barelli: il fedelissimo di Antonio Tajani era in corsa per il ruolo di viceministro al Viminale ma allo stato potrebbe restare fuori dalla squadra di governo.

Articoli correlati

top