giovedì,Giugno 13 2024

La Reggina chiude l’anno col botto: 1-0 ad Ascoli e aggancio al Frosinone

Al Del Duca decide Rivas. Ciociari in campo alle ore 18 contro la Ternana: in caso di sconfitta, amaranto campioni d'Inverno della Serie B

La Reggina chiude l’anno col botto: 1-0 ad Ascoli e aggancio al Frosinone

Corsara e, almeno per un paio d’ore, capolista. La Reggina vince ad Ascoli, prendendosi tre punti con tanto cinismo e agganciando in classifica il Frosinone a quota 36. I ciociari saranno impegnati alle 18 contro la Ternana: qualora Grosso e i suoi fossero sconfitti, la squadra di Pippo Inzaghi sarebbe campione d’Inverno della Serie B

Le scelte

Nessuna sorpresa per Inzaghi rispetto alla vigilia: Ménez torna dal primo minuto dopo il malore contro il Bari, Gagliolo dopo la squalifica riprende il proprio posto accanto a Thiago Cionek. Nell’Ascoli manca lo squalificato Falasco, titolari in attacco Gondo e Dionisi.

Primo tempo

In un Del Duca da 9mila spettatori, la partita inizia con una Reggina molto aggressiva. Gli amaranto spingono subito sull’acceleratore, l’Ascoli tiene botta e contiene la prima sortita offensiva amaranto. C’è tanta intensità fra gli undici di Bucchi e Inzaghi, latitano però le occasioni. Al quarto d’ora gli ospiti protestano: iniziativa di Rivas, cross toccato con un braccio da Botteghin, Abisso valuta troppo vicino al corpo l’arto dell’ascolano. La decisione appare giusta, nonostante le proteste di Ménez che costano il giallo al capitano della Reggina. Lo scorrere dei minuti non fa altro che permettere al nervosismo di avvolgere i protagonisti della partita, impantanando la partita nell’agonismo puro, avido di emozioni.

Il primo vero tentativo, infatti, arriva solo al 36esimo: cross dalla destra, spezzata di Dionisi e pallone che arriva a Gondo che però mastica la conclusione da ottima posizione, mettendo a lato. Risposta Reggina: una lunga manovra sull’out mancino porta al cross Rivas, l’inserimento di Fabbian arriva con i tempi giusti ma il colpo di testa del 14 non è preciso e termina a lato. Il primo tempo. dopo due minuti di recupero, va in archivio a reti immacolate.

Secondo tempo

La Reggina prova subito a mordere la partita in uscita dagli spogliatoi. Azione insistita in avvio, prima Hernani, poi Rivas, poi Cionek ci provano, ma pallone alto sopra la traversa. Il copione, rispetto al primo tempo, non subisce modifiche: l’ora di gioco giunge al Del Duca senza ulteriori sussulti. Ma, nel momento meno atteso, si sblocca tutto: Rivas scatta sul filo del fuorigioco e si presenta a tu per tu con Leali. L’honduregno prova ad aggirarlo ma senza riuscirci, l’azione si sviluppa con il tiro contratto da Ménez e il pallone rimesso a rimorchio da Pierozzi. Alla fine, è ancora Rivas a risolvere la matassa: il 99 spedisce forte in porta la sfera vagante, facendo gioire i 234 tifosi del settore ospiti. Terzo centro in stagione per l’ex Inter, a secco dal derby col Cosenza dell’8 ottobre scorso. La revisione Var conferma la regolarità della posizione di Rivas, è 0-1 Reggina.

L’Ascoli cerca di reagire, Bucchi e Inzaghi attingono alle proprie panchine, pescando forze fresche. Le sostituzioni, però, non danno nulla in più ai bianconeri: il finale non turba la difesa degli ospiti che non rischiano mai. Ai tre fischi è gioia Reggina: tre punti e aggancio alla vetta.

SERIE BKT, 19ª GIORNATA

ASCOLI-REGGINA 0-1

Marcatori: 64′ Rivas (R).

Ascoli (3-5-2): Leali; Simic, Botteghin, Quaranta (76′ Pedro Mendes); Donati (54′ Falzerano), Collocolo, Eramo (59′ Buchel), Caligara, Giordano; Dionisi (76′ Lungoyi), Gondo. In panchina: Guarna, Salvi, Adjapong, Bidaoui, Palazzino, Giovane, Tavcar, Bellusci. Allenatore: Cristian Bucchi. 

Reggina (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Cionek, Gagliolo, Di Chiara; Fabbian (76′ Liotti), Majer (79′ Crisetig), Hernani; Canotto (68′ Cicerelli), Ménez (76′ Gori), Rivas (79′ Camporese). In panchina: Aglietti, Ravaglia, Bouah, Giraudo, Loiacono, Ricci, Santander. Allenatore: Filippo Inzaghi. 

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. Assistenti: Luca Mondin di Treviso e Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore. IV ufficiale: Federico La Penna di Roma 1. VAR: Paolo Mazzoleni di Bergamo. A-VAR: Domenico Rocca di Catanzaro. 

Note – Spettatori 9 126, di cui 234 ospiti. Ammoniti: Ménez (R), Simic (A), Dionisi (A), Quaranta (A), Gondo (A), Pierozzi (R). Calci d’angolo: 3-3. Recupero: 2’pt, 5′ st.

Articoli correlati

top