lunedì,Giugno 17 2024

Fondi disabili gravissimi, dopo le nostre denunce si sblocca l’iter. In arrivo pagamenti 2015

Adesso che la procedura è stata ripresa e i ritardi recuperati alle famiglie dovrebbe arrivare la prima boccata d’ossigeno

Fondi disabili gravissimi, dopo le nostre denunce si sblocca l’iter. In arrivo pagamenti 2015

Una storia in parte a lieto fine quella della famiglia Alvaro di Reggio Calabria che dopo i nostri servizi e denunce è riuscita ad  ottenere quello che in realtà dovrebbe essere un diritto, ovvero, i fondi per Natale affetto da una malattia rara. Come per lui anche per tutti i disabili gravissimi reggini, dopo 6 anni di inspiegabile blocco, arrivano le prime risposte. E a darle è il direttore del distretto sanitario Domenico Carbone.

Il blocco dei fondi per anni

«Esiste una commissione che deve valutare tutte le istanze – ci spiega Carbone – che provengo sia dal distretto tirrenico, jonico e reggino. Al mio arrivo nuovamente al distretto di Reggio è stato riscontrato come nella fascia tirrenica si fosse smarrita quella che era la procedura di valutazione delle istanze, infatti, sono state valutate soltanto una ventina di giorni fa attraverso l’ingresso di una equipe guidata da una assistente sociale. Le istanze mancanti per concludere l’iter erano circa una quarantina. Altre invece erano da completare per via di una insufficiente certificazione sanitaria dovuta non al cittadino, ma perchè l’ordinaria attività ambulatoriale è stata insufficiente a garantire questo tipo di prestazioni soprattutto nell’ultimo anno».

Ritardi recuperati

Adesso che la procedura è stata ripresa e i ritardi recuperati alle famiglie dovrebbe arrivare la prima boccata d’ossigeno. «Siamo arrivati alla fine – conferma Carbone – tutte le istanze di tutti i distretti sono state completate, adesso toccherà alla commissione unica di valutazione esprimersi e provvedere a erogare le somme dovute».

Arrivano i fondi

Un passo alla volta è stata vinta una grande battaglia e grazie a padri e madri coraggiosi che non hanno mai smesso di lottare la disabilità è tornata sotto i riflettori della sanità reggina. «Intanto entro il mese di luglio verrà saldato tutto il 2015». Una volta sbloccata la procedura, pagato il 2015 e rendicontato alla Regione, ricevere gli anni successivi dovrebbe essere tecnicamente una strada in discesa. Noi continueremo a monitorare affichè Natale e ogni disabile abbia garantita la dignità che gli spetta senza dover combattere o fare braccio di ferro con le istituzioni.

top