martedì,Dicembre 6 2022

Reggio, ad Arghillà diminuiscono i rifiuti ma restano punti critici – FOTO e VIDEO

Il comitato di quartiere ha già incontrato Comune e Aterp per avviare percorsi virtuosi e iniziare a risolvere le questioni delle discariche abusive e degli alloggi da regolarizzare

Reggio, ad Arghillà diminuiscono i rifiuti ma restano punti critici – FOTO e VIDEO

Torna a vedersi la strada in uno dei punti più tristemente noti per essere spesso coperto completamente da una mole di rifiuti, nella zona nord del quartiere di Arghillà, periferia di Reggio Calabria.

Torna ad essere praticabile, senza particolari manovre, anche la curva con doppio senso di circolazione, che attraversa il quartiere e che conduce a Modenelle, dove insiste l’unico complesso di 50 alloggi popolari del Comune (900 sono infatti di proprietà Aterp).

Discariche abusive più nascoste

Restano però delle zone critiche come la piazza Don Italo Calabrò e, in particolare la zona retrostante al largo Verardi, poco visibile, nascosta da vegetazione incolta e dunque appetibile.

Sgombrato lo stesso largo dalle carcasse di auto che vi sostavano, adesso, purtroppo, sta diventano punto di deposito illecito di rifiuti ingombranti illecitamente.

    

Il rischio di nuovi depositi indiscriminati

Lo stesso rischio si registra nelle zone abitualmente assaltate da avventori che lasciano rifiuti di ogni genere, evidentemente non prodotti dentro il quartiere. La scorsa estate si è rivelato necessario l’intervento straordinario di rimozione, trasporto e avvio al recupero e smaltimento di rifiuti speciale abbandonati da ignoti, eseguito in emergenza dalla Logam srl di Villa San Giovanni. Con un costo di oltre 90mila euro il Comune di Reggio ha provveduto a ripulire il quartiere. Adesso necessarie sono le iniziative per mantenere e vigilare.

La raccolta costante e la video sorveglianza

L’attività costante di Tecknoservice, per conto del Comune, sta contenendo il rischio di accumuli di cui comunque si inizia a registrare la presenza.

Il comitato di quartiere di Arghillà si dice fiducioso. «Sono stati distribuiti i cassonetti condominiali e la raccolta del Comune è adesso più costante, con cadenza quotidiana. L’Amministrazione si sta attivando per assicurare la video sorveglianza, deterrente essenziale al deposito indiscriminato e illegale di ogni genere di rifiuti per strada. Qualche giorno fa abbiamo avuto una riunione con il sindaco ff, Paolo Brunetti, per procedere in questa direzione e restituire decoro al quartiere».

Articoli correlati

top