domenica,Maggio 19 2024

Reggio, al via interventi di manutenzione dei torrenti: si parte dal Calopinace – FOTO

Il Comune sblocca i primi 300mila euro di fondi vincolati. Annunziata, Malavenda e Menga, tra gli altri corsi d'acqua al centro delle successive attività di bonifica e pulizia

Reggio, al via interventi di manutenzione dei torrenti: si parte dal Calopinace – FOTO

Interventi di manutenzione dei torrenti attesi da anni adesso, con lo sblocco di 300mila euro, finalmente potranno essere eseguiti. I fondi derivano da un avanzo vincolato a bilancio del comune di Reggio Calabria, frutto di un finanziamento ministeriale di circa quattro milioni di euro piuttosto datato e in passato rimasto bloccato. Il Comune, adesso, ha sottoscritto un accordo quadro con una ditta consentirà di eseguire questi interventi a breve termine. L’importo sbloccato dovrà essere speso entro giugno.

«Il Comune si è attivato per mettere a punto un programma di interventi che garantiranno la sicurezza. Ripulire i letti dei corsi d’acqua equivale a prevenire occlusioni ed esondazioni che possono esporre la cittadinanza a rischi in caso, per esempio, di piogge abbondanti. Quindi stiamo procedendo con le attività di pulizia e con altri interventi, non solo di manutenzione, al centro di iter già avviati». È quanto dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Reggio Calabria, Rocco Albanese.

Rimozione dei canneti

«Si tratta di un accordo aperto – ha spiegato il responsabile della Manutenzione del comune di Reggio Calabria, Vincenzo Postorino – che sarà scandito da ordini di servizio. Essi saranno firmati prima di ogni intervento. La spesa sarà quantificata di volta in volta fino alla concorrenza della somma finora sbloccata. Siamo partiti dal torrente Calopinace, la cui foce unitamente a quella dell’Annunziata, era già stata liberata lo scorso anno con altri fondi. Adesso procederemo con la rimozione dei canneti presenti lungo il corso del torrente, risalendo dalla foce. Il fine è quello di ripristinare, qui e negli altri siti, l’officiosità idraulica dei torrenti, rimuovendo gli ostacoli presenti all’interno dell’alveo e migliorando la situazione.  È necessario garantire un regolare deflusso dell’acqua e così monitorare e prevenire», spiega ancora Vincenzo Postorino.

«Si tratta di più corsi d’acqua che nell’ultimo decennio, per carenza di risorse, sono stati destinatari di una manutenzione limitata. Stiamo recuperando, intervenendo su alcuni punti critici in cui i canneti potrebbero ostacolare il regolare deflusso», sottolinea ancora l’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Reggio Calabria, Rocco Albanese.

Le altre bonifiche

«Procederemo poi con altri interventi sul torrente Annunziata, nel tratto che dall’intubata arriva al ponte di Agraria. Lì bonificheremo, rimuovendo i canneti, detriti e rifiuti al fine di valutare le condizioni del letto e la situazione nel complesso. Poi sarà la volta del torrente Malavenda nella zona di Pentimele, dove interverremo nella parte terminale, prolungando di una ventina di metri la parte cementata e prevenendo così un ristagno. Abbiamo altresì rilevato un’occlusione nel torrente Menga, nella zona dell’aeroporto, nel tratto a monte della Statale. Anche lì interverremo. Certamente nel corso dei mesi programmeremo anche altre attività su valloni minori come per esempio Filici I e II, nella zona di Pellaro, che non godono di finanziamenti specifici». Lo sottolinea il responsabile Vincenzo Postorino.

Dopo questa prima trance di interventi, altre risorse saranno sbloccate e investite gradualmente per mettere a punto quanto mancato nell’ultimo decennio: un programma di manutenzione annuale o a cadenza che si rivelerà necessaria. Intanto ci sono all’orizzonte, con risorse differenti, interventi molto più radicali.

Interventi più radicali

«Ci sono circa 11 milioni di euro la pulizia totale di sei fiumare», annuncia l’assessore Rocco Albanese.

«Gli interventi sono già tutti in fase di progettazione e a breve qualcuno andrà a gara. Interverremo con l’esecuzione di opere importanti sul torrente Menga, nella parte a valle sopra la ferrovia, e ancora su Valanidi e Annunziata, lato monte con un intervento di un milione e ottocento mila euro. Poi ancora sui torrenti Gallico e Armo e su corsi minori come Scaccioti, Bandiera, Scalone, Gullina ad Archi», conclude il responsabile della Manutenzione del comune di Reggio Calabria, Vincenzo Postorino.

Articoli correlati

top