giovedì,Giugno 13 2024

Vertenza Alival a Reggio, Versace: «Regione non ha attivato alcuna procedura»

Nella sala consiliare Pietro Battaglia si è aperta la seduta del Consiglio Comunale

Vertenza Alival a Reggio, Versace: «Regione non ha attivato alcuna procedura»

Il consiglio comunale sul mancato stralcio delle cartelle si apre con i lavori preliminari. Il primo intervento è del consigliere Saverio Pazzano che si focalizza sul progetto di ristrutturazione del Rione G, sulle mancate e sui ritardi delle risposte alla vicenda degli alloggi per i senzatetto e alla carenza idrica a Vinco e Pavigliana.


Sempre nei preliminari Massimo Ripepi pone la questione dei lavori a piazza De Nava. Un anno fa si era deciso di valutare se i lavori in programma rispecchiassero la storia della città. Al sindaco, Ripepi chiede se, rispetto alla delibera comunale (il soprintendente non ha risposto a una richiesta di incontro col centrodestra), il Comune abbia dato qualche ulteriore licenza. E al sindaco chiede: «Cosa ha fatto per data attuazione alla delibera comunale?».

La vicenda Alival

Nel suo intervento, Carmelo Versace consigliere, ma anche sindaco metropolitano facente funzioni, fa un affondo contro la Regione, responsabile di inerzia sulla vicenda Alival. «Oggi pomeriggio ci sarà una riunione in Prefettura. Al tavolo del ministero era stato dato mandato alla regione Calabria, insieme alla Regione Toscana, di occuparsi delle procedure che stanno portando al licenziamento di 70 lavoratori della storica azienda. Ad oggi non sono state attivate procedure da parte della Regione per valutazioni diverse. Forse non sarebbe stato possibile salvare lo stabilimento ma si sarebbe dovuto almeno tentare di ricollocare i lavoratori in altre aziende.

Non porsi questi problemi in una Regione afflitta dalla disoccupazione è grave. Non so se pomeriggio ci saranno novità positive. Vorrei, tuttavia, dire che Metrocity e Comune hanno esperito tutte le strade per portare al tavolo una soluzione plausibile. I dipartimenti regionali non hanno portato soluzioni. Una avrebbe potuto essere istituire la Zes in quell’area. Ciò avrebbe contribuito a rendere appetibile la zona e ad attrarre gli investimenti di imprenditori da fuori della Calabria».

Anche il capogruppo di Forza Italia Federico Milia, avanza la richiesta di informazioni su piazza De Nava. Rispetto ad Alival, puntualizza: «La città non risulta appetibile ad investitori».

Articoli correlati

top