lunedì,Giugno 17 2024

Pierozzi e Strelec spezzano la crisi: al Granillo la Reggina batte 2-1 il Modena

Gli amaranto vanno avanti nel primo tempo, poi ripresi da un gol di Tremolada. Ma nel secondo tempo lo slovacco spezza l'emorragia di quattro sconfitte

Pierozzi e Strelec spezzano la crisi: al Granillo la Reggina batte 2-1 il Modena

Tanta sofferenza ma, alla fine, è vittoria. La Reggina rompe la crisi, battendo al Granillo il Modena e tornando a esultare a oltre un mese di distanza dall’ultima volta. Pierozzi e Strelec sono i marcatori del 2-1 sui gialli di Tesser, gli amaranto scavalcano il Südtirol e tornano quarti.

Le scelte

Torna dal primo minuto in porta Simone Colombi: panchina per Contini. Dall’inizio gioca anche Strelec, proposto come punta del tridente, con Ménez e Rivas a completarne la composizione. Nel Modena, invece, il tandem offensivo è Falcinelli-Strizzolo, con Bonfanti a partire dalla panchina.

Primo tempo

La Reggina inizia forte, a testimonianza di quanta voglia ci sia di voltar pagina dopo i quattro ko consecutivi. La prima chance arriva col solito tiro dalla distanza di Zan Majer, poi è Hernani a stampare sul palo il possibile vantaggio, che, però, sarebbe stato vanificato dalla bandierina dell’assistente di Sacchi, a segnalare l’irregolarità di partenza del brasiliano.

La partita al Granillo è piacevole, anche il Modena prova a farsi vedere, con un tentativo in area di rigore da parte di Diego Falcinelli. L’incontro si sblocca al minuto numero 26: Strelec ispira con il tacco l’affondo di Hernani, il cross deviato del numero 20 arriva sul destro di Pierozzi. Il tiro dell’ex Fiorentina viene a sua volta toccato da un difensore canarino, il tocco è decisivo per metter fuori causa Gagno: è 1-0 Reggina.

L’esultanza di Nicolò Pierozzi

La reazione del Modena arriva alla mezz’ora: Tremolada guadagna un calcio di punizione, spedito dallo stesso ex Cosenza sulla barriera disposta da Colombi. La sfida fra i due si ripresenta al minuto 39 e, stavolta, la vince il 10 modenese. Tremolada riceva sulla destra, si accentra e calcia dalla distanza, colpevolmente lasciato solo da seconda e terza linea della Reggina: Colombi non arriva in tempo, sporcando solo la botta forte scoccata dal sinistro del trequartista, è 1-1 al Granillo.

Tremolada sotto il settore ospiti dopo il gol dell’1-1

Il primo tempo, dunque, si chiude in equilibrio, con il colpo di testa di poco a lato di Cionek a rappresentare l’ultima emozione dei primi 45 minuti.

Secondo tempo

L’arrembaggio di Jérémy Ménez e compagni riprende nel secondo tempo. Il francese è fra i più determinati: cerca lui il primo tiro, anche questo deviato, dopo una decina di minuti nella ripresa. Poi ci prova anche Di Chiara, anche lui primo di precisione.

Dopo un quarto d’ora di pressione, la Reggina sfonda con merito, illuminata come sempre dall’ex Milan e Roma. Ménez controlla da fuori e prova ad andare in porta dai venti metri, la respinta di Gagno finisce sui piedi di Strelec. Il tap-in dell’ex Spezia è vincente, per lui è il primo gol in maglia amaranto e, sopratutto, è 2-1 per la Reggina.

Il Modena prova a rispondere: Colombi smanaccia in angolo una punizione velenosa messa in area di rigore da Tremolada, poi Inzaghi rivoluziona l’attacco, inserendo Gori e Canotto per Rivas e Strelec. Ancora Reggina pericolosa poco dopo metà secondo tempo: Terranova svetta in area modenese, il colpo di testa dell’ex Bari non è preciso e termina a lato di un soffio.

Poi è il Modena a sfiorare il pari: Strizzolo s’invola verso Colombi che riscatta l’errore sul gol di Tremolada, calando un paratone sul diagonale dell’ex Perugia. Il portiere, poi, è bravo sul diagonale di Tremolada successivo. Tesser inserisce Bonfanti al posto di uno spento Falcinelli, con lui va dentro anche Giovannini. È proprio il neo entrato a creare grossi guai a Pierozzi: fuga sulla sinistra del numero 8 del Modena, cross perfetto per la testa di Strizzolo, il cui colpo in gioco aereo termina sulla traversa, graziando i quasi 9mila del Granillo.

Nel finale la difesa della Reggina si rivela granitica, guidata da un Inzaghi in piena trance agonistica. L’ultimo calcio del Modena d’angolo sublima la sofferenza amaranto, ma si schiude in un triplice fischio che fa esplodere il tripudio amaranto: è 2-1 il finale del Granillo.

SERIE BKT, 26ª GIORNATA

REGGINA-MODENA 2-1

Marcatori: 26′ Pierozzi (R), 39′ Tremolada (M), 59′ Strelec (R), 

Reggina (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Cionek, Terranova, Di Chiara (91′ Liotti); Majer, Crisetig, Hernani; Rivas (66′ Canotto), Strelec (66′ Gori), Ménez (73′ Cicerelli). In panchina: Contini, Lagonigro, Bouah, Gagliolo, Loiacono, Bondo, Lombardi, Galabinov. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Modena (4-3-2-1): Gagno; Coppolaro, Silvestri, Pergreffi, Ponsi (88′ Renzetti); Magnino, Gerli (87′ Panada), Duca (73′ Mosti); Tremolada (73′ Giovannini), Falcinelli (73′ Bonfanti); Strizzolo. In panchina: Seculin, Mordini, De Maio. Allenatore: Attilio Tesser. 

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata. Assistenti: Marco D’Ascanio di Ancona e Giuseppe Maccadino di Pesaro. IV ufficiale: Dario Madonia di Palermo. VAR: Luca Banti di Livorno. A-VAR: Antonio Rapuano di Rimini.

Note – Spettatori 8 862, di cui 116 ospiti. Ammoniti: Duca (M), Silvestri (M), Pierozzi (R), Ponsi (M), Coppolaro (M), Hernani (R). Calci d’angolo: 4-9. Recupero: 1’pt;

Foto di Valentina Giannettoni

Articoli correlati

top