sabato,Luglio 13 2024

Bronzi 50, il mito e la storia incontrano l’arte con la scuola di fumetto – VIDEO

Questa mattina a Reggio la presentazione del progetto finanziato dalla Regione e rivolto ai licei artistici e alle scuole secondarie di secondo grado della Calabria

Bronzi 50, il mito e la storia incontrano l’arte con la scuola di fumetto – VIDEO

Presentato questa mattina, nell’aula magna del liceo Artistico Preti-Frangipane di Reggio Calabria, il progetto “A scuola di fumetto con i bronzi. Esso è finanziato dalla Regione con 100mila euro nell’ambito delle attività dedicate al 50° anniversario del ritrovamento dei guerrieri bronzei a Riace.

Il mito, dunque, parlerà anche attraverso la nona arte, quella dei fumetti, con un grande coinvolgimento dei giovani. La conferenza stampa, aperta dai saluti di Annunziato Tripodi, responsabile del museo Frangipane, è stata moderata da Ester Apa, addetta stampa del progetto.

Un’opportunità preziosa per i giovani delle cinque province calabresi, iscritti ai Licei Artistici e alle Scuole Secondarie di Secondo grado.

Valorizzazione dei talenti e del territorio

«Crediamo fortemente in questo progetto che abbiamo finanziato sempre nell’ambito delle attività di promozione e valorizzazione dei Bronzi di Riace nel cinquantesimo anniversario del loro ritrovamento. Abbiamo riconosciuto nel fumetto un’arte vicina ai giovani e in grado di coinvolgerli. La risposta oggi conta seicento studentesse e studenti dei licei artistici della Calabria. Le alte professionalità del settore e la preziosa collaborazione del museo del fumetto di Cosenza, realtà di eccellenza nel nostro territorio, offriranno ai nostri giovani una grande opportunità di crescita e formazione.

Ci aspettiamo non solo una originale rivisitazione della storia dei Bronzi, del loro ritrovamento e della Magna Grecia, ma anche l’emersione di nuovi e grandi talenti. In questo progetto i Bronzi, attrattori culturali di assoluto primo piano, diventano occasione di valorizzazione e conoscenza del patrimonio del territorio e opportunità per i nostri giovani. Centrale anche il valore dell’inclusione con la previsione di opere tattili e l’impiego del linguaggio lis». Lo ha sottolineato la vicepresidente della Regione, Giuseppina Princi, accompagnata dalla dirigente del settore Cultura della Regione, Ersilia Amatruda. Presente anche l’assessora all’Istruzione del comune di Reggio Calabria, Lucia Anita Nucera.

Al via il ciclo di lezioni, in presenza, in modalità streaming e on-demand, con professionisti del settore che si protrarrà fino a maggio. Saranno tenute da vari professionisti come Giancarlo Caracuzzo, Fabio Franchi, Michela Di Cecio, Paola Del Prete, Chiara Macor e Quirino Calderone, Andrea Scoppetta.

«I Bronzi di Riace per bellezza e antichità suggeriranno ai giovani, che nelle prossime settimane si metteranno all’opera, tante bellissime storie. Certamente il gruppo scultoreo costituisce una ispirazione particolarmente stimolante. Questo progetto darà il giusto risalto a questo patrimonio nazionale, raccontandone la grandezza, il mistero e la bellezza», ha sottolineato il disegnatore e illustratore di fumetti, Giancarlo Caracuzzo.

Lezioni, mostre e contest finali

Gli elaborati saranno poi esposti in una mostra fisica e digitale. In programma, infine, un grande evento finale dal vivo il 25 maggio al Museo del fumetto di Cosenza, partner del progetto.  

E ancora sarà attivato un contest finalizzato ad una pubblicazione comprendente un racconto inedito di Vito Bruschini e i disegni realizzati dagli studenti coinvolti nel progetto. La pubblicazione, con la sceneggiatura a firma di Chiara Macor, sarà arricchita da artwork originali di Daniele Bigliardo, Bruno Cannucciari, Andrea Scoppetta, Eugenio Sicomoro e di Lorenza Di Sepio. Quest’ultima ha già realizzato un fumetto sui Bronzi e sulla Calabria, oggi esposto su alcuni banner nell’aula magna del liceo Preti-Frangipane durante la conferenza stampa.

Previsti anche dei tavoli creativi con firme illustri del fumetto italiano come Daniele Bigliardo (Sergio Bonelli Editore) a l’autore di Lupo Alberto Bruno Cannucciari, Paola Del Prete (autrice Lavieri Comics e Shockdom), Eugenio Sicomoro (autore Sergio Bonelli Editore, Glenat, Danguard), Andrea Scoppetta (animatore DreamWorks e Disney/Pixar), Luca Passafaro e Daniele Scarfone (animatori fra gli altri della serie Netflix di Zerocalcare “Strappare lungo i bordi”).

Un progetto, tanti saperi

«La nostra è la scuola polo del progetto che i nostri ragazzi hanno accolto con grande entusiasmo. Abbiamo raccolto già i primi feed back dopo la prima lezione tenuta da Giancarlo Caracuzzo. Si tratta di un progetto che spazia tra tante discipline e tanti saperi e che offre ai ragazzi una grande opportunità», ha evidenziato Stefania Fiato, referente commissione Mostre del liceo artistico Preti-Frangipane di Reggio Calabria.

Il mito parla ancora attraverso il fumetto

Al seguito di professionisti e grandi nomi del settore che metteranno a disposizione la loro esperienza, i giovani scopriranno e misureranno il loro talento, rivisitando le proprie radici e la propria storia. Ad accompagnare l’intero progetto formativo, il comitato storico e scientifico formato da Fabio Cuzzola, Filippo Arilotta, Daniele Castrizio, Matteo Stefanelli, Laura Scarpa.

«Un incontro virtuoso quello tra storia e fumetto. Attraverso il fumetto il mito continuerà a parlare. Oggi più che mai è necessario contaminare i linguaggi. Questo è un modo diverso di raccontare la nostra storia e di trasmetterla anche fuori. Un invito ai giovani affinché conoscano, approfondiscano e operino, ognuno con la propria arte, in questo caso quella dei fumetti, portando nel cuore le radici, la storia, la Calabria», ha concluso lo storico e scrittore Fabio Cuzzola.

Articoli correlati

top