lunedì,Maggio 20 2024

Aeroporto di Reggio, c’è il biglietto integrato da Messina ma è sempre attesa sulle nuove tratte – VIDEO

Rimodulati gli orari di Liberty Lines per intercettare i voli del Tito Minniti. Sul fronte del tratte, ancora solo annunci mentre Enav conferma l’obbligo di addestramento dei piloti

Aeroporto di Reggio, c’è il biglietto integrato da Messina ma è sempre attesa sulle nuove tratte – VIDEO

È presto per fare bilanci ma intanto il biglietto unico integrato nell’area dello Stretto c’è. Con una sola transazione da domenica 1 ottobre è possibile acquistare insieme i tre titoli di viaggio, bus Atam e Atm sulle due sponde e aliscafo, per raggiungere da Messina l’aeroporto di Reggio Calabria. Il prezzo, in attesa che il ministero già sollecitato reperisca i fondi per compensare, è pieno e ammonta a 7 euro a biglietto.

La decorrenza della convenzione, sottoscritta la scorsa settimana, in vigore fino al 31 dicembre 2023 e prorogabile, ha coinciso con il giorno in cui ha iniziato a operare la Liberty Lines, aggiudicataria del servizio del trasporto veloce tra Reggio e Messina, ponendo fine al regime di proroga accordato alla Blu jet.

La rimodulazione degli orari

In accoglimento delle criticità segnalate dal comitato dei pendolari dello Stretto, in merito alle mancate coincidenze con treni e mezzi pubblici per chi viaggia da Reggio, la Liberty lines ha rimodulato gli orari andando in favore anche di altre esigenze. Tra le modifiche, infatti, anche l’anticipazione alle 5:40 della prima corsa di aliscafo da Messina. Ciò consentirà di intercettare il primo volo di giornata in partenza dal Tito Minniti per Roma alle 6:50. Volo utile per raggiungere nella stessa mattinata tutte le altre destinazioni.

Anche l’ultima corsa delle 23.30 da Reggio agevola chi rientri da Roma al Tito Minniti con l’ultimo volo delle 22:50. Un approccio intermodale che deve crescere molto e su più fronti ma che non può prescindere da prezzi competitivi e da una variegata offerta volativa ancora da conseguire.

Le tante incognite e la sola certezza

Penelope, infatti, continua a tessere la tela che avvolge l’aeroporto dello Stretto. Si attendono nuove dopo l’annuncio del presidente della regione Calabria, Roberto Occhiuto circa le otto proposte di RyanAir e l’interesse della compagnia irlandese al Tito Minniti. Non mancano le incognite. Certe sono, invece, le procedure di volo da praticare nell’aeroporto di Reggio. Enav, in sede di recente aggiornamento delle informazioni aeronautiche (Aip) relative allo spazio aereo nazionale, in vigore dal prossimo novembre, ha confermato il paragrafo dedicato all’aeroporto di Reggio Calabria e alla qualificazione richiesta per gli equipaggi.

Inoltre tutto tace sugli oneri di servizio pubblico, rispetto ai quali i bandi la scorsa primavera sono andati deserti, sui 120 milioni di euro di aiuti di Stato, di cui 30 per l’aeroporto dello Stretto, da investire per nuove tratte aeree nei tre scali calabresi. All’attenzione della Commissione Europea, che ha già dato il via libera per i ristori dopo il caro energia e per il rilancio della Sorical, tali somme tengono sotto scacco anche i bandi da pubblicare per assegnare le nuove tratte da attivare entro marzo 2024.

Articoli correlati

top